BANDO OPEN 2020

BANDO OPEN 2020

.

Il bando OPEN /// CREAZIONE [URBANA] CONTEMPORANEA 2020 è rivolto ad artisti (singoli, compagnie o collettivi) che operano nell’ambito della creazione per lo spazio pubblico a livello nazionale ed internazionale. L’obiettivo del bando è la valorizzazione dello spazio urbano e della sfera pubblicaattraverso progetti e interventi artistici che riescano a reinventare/immaginare/esplorare lo spazio, trasformando temporaneamente i luoghi e le traiettorie relazionali che li percorrono. Lo spazio pubblico viene pensato non solo come luogo, ma come forma del tempo e area di ricerca, come un orizzonte o paesaggio dove lo spettatore possa riconnettersi con il tessuto urbano, storico e relazionale del luogo.

Il bando è promosso da Pergine Festival e si avvale di un sostegno congiunto, sia economico sia di accompagnamento creativo,  del Il Giardino delle Esperidi Festival (Campsirago, LC), Indisciplinarte (Terni), i Festival In\Visible Cities – Contaminazioni digitali (Gorizia e Friuli Venezia Giulia), Periferico Festival(Modena) e Zona K (Milano). Il bando promuove la messa in rete di competenze e supporti economici a sostegno della creazione contemporanea nel campo delle arti performative, architettoniche e delle nuove tecnologie per lo spazio pubblico.

Il bando sostiene:

• una nuova produzione, inedita e originale, realizzata attraverso un percorso di accompagnamento e sviluppo creativo condiviso;
e
• l’ospitalità di un progetto già esistente che preveda un riadattamento ai diversi spazi urbani e contesti in cui verrà presentato.

Date le caratteristiche del bando e il necessario adattamento del progetto al contesto locale, si richiede flessibilità nel riadattamento, ideazione e sviluppo dei progetti.

.

SCADENZA

12 dicembre 2019
(a mezzogiorno)

 VALUTAZIONE DEI PROGETTI

I progetti saranno selezionati da una commissione formata da:

Alessandro Cattunar (Invisible Cities);
Carla Esperanza Tommasini (Pergine Festival)
Chiara Organtini (Indisciplinarte);
Federica Rocchi (Periferico Festival)
Lisa Gilardino (curatrice e manager delle arti performative);
Michele Losi (Campsirago Residenza/Il Giardino delle Esperidi Festival);
Valentina Kastlunger e Valentina Picariello (Zona K).

ESITI

Saranno ricontattati personalmente solo i candidati selezionati. I nomi dei vincitori saranno resi noti dal 20 gennaio 2020 su questo sito. Le decisioni della giuria saranno insindacabili.

 

 

  SCARICA IL BANDO

  DOMANDA PARTECIPAZIONE OSPITALITÀ

  DOMANDA PARTECIPAZIONE NUOVA PRODUZIONE

 

CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE AL BANDO

1_ Il bando OPEN è aperto ad artisti nazionali e internazionali la cui ricerca si concentri sullo spazio pubblico;

2_ Il bando OPEN mira a sostenere:

creazioni interdisciplinari (performance, teatro, danza, nuove tecnologie, musica, camminate, giochi urbani, esplorazioni, installazioni, etc.) che riescano a reinventare/immaginare/esplorare lo spazio pubblico, trasformando temporaneamente i luoghi e le traiettorie relazionali che li percorrono;
progetti o format partecipativi che coinvolgono lo spazio pubblico, la popolazione locale e/o specifici gruppi sociali.

NON SONO SOSTENUTI SPETTACOLI NATI PER UNO SPAZIO TEATRALE SEMPLICEMENTE RIPROPOSTI PER UNA REPLICA ALL’APERTO.

3_ Il bando prevede due sezioni: ospitalità e nuova produzione.

OSPITALITÀ

• un finanziamento di 7.500 € complessivi (al lordo di trattenute fiscali e previdenziali e onnicomprensivo di cachet, necessità tecniche specifiche, eventuali traduzioni, trasporti e viaggi) per la presentazione di una o più repliche del progetto nei programmi di 5 delle realtà partner:

– Periferico Festival (seconda settimana di maggio 2020) o Verso Sera (giugno-luglio 2020);
– Il Giardino delle Esperidi Festival (tra il 18 e 28 giugno);
– In\Visible Cities o Contaminazioni digitali (fine giugno-inizio luglio 2020);
– Pergine Festival (prima metà di luglio 2020);
– Zona K (settembre 2020 – maggio 2021).

• copertura dei costi di alloggio (camere doppie) per 3 – 5 notti (da concordare in base alle esigenze di progetto);.

• un supporto logistico (richiesta permessi, contatti sul territorio), una tecnica di base (da concordare con ogni singola organizzazione ospitante) e, previa verifica ed accordi, personale tecnico per allestimenti e montaggi – da concordare con i singoli partner.
Ogni altra spesa sarà a carico degli artisti.

NUOVA PRODUZIONE

• un finanziamento totale di 9.500 € (al lordo di trattenute fiscali e previdenziali e onnicomprensivo di cachet/repliche, costi di produzione, necessità tecniche specifiche, eventuali traduzioni e viaggi);

• un percorso di accompagnamento seguito dai diversi partner per lo sviluppo e la promozione del progetto (aprile 2020-maggio 2021);

• un meeting di inizio progetto di 4/5 giorni in Umbria assieme ai partner ad aprile 2020, a cura di Indisciplinarte/La Mama international all’interno del progetto C.U.R.A.-Centro Umbro Residenze Artistiche, per approfondire il progetto e pianificarne lo sviluppo produttivo per ogni  territorio;

• la partecipazione ad una tavola rotonda pubblica sui temi della creazione per lo spazio pubblico, in base alla natura del progetto, durante il Periferico Festival a cura di Collettivo Amigdala (indicativamente il 2° weekend di maggio), con copertura costi viaggio e ospitalità;

• copertura dei costi di alloggio (da 5 a 14 giorni) per il riadattamento del progetto prima di ogni presentazione pubblica, da concordare con i partners;

• un supporto logistico, una tecnica di base e, previa verifica ed accordi, personale tecnico per allestimenti e montaggi – il tutto da concordare con i singoli partners;

• la presentazione di un primo studio al Festival Contaminazioni digitali tra il 4 e 14 giugno 2020; la presentazione di un’anteprima a Il Giardino delle Esperidi Festival tra il 18 e il 28 giugno 2020; il debutto del progetto all’interno della programmazione di Pergine Festival indicativamente nel 2° weekend di luglio 2020; la presentazione del progetto a Milano tra settembre 2020 e maggio 2021 all’interno della programmazione di Zona K.
Ogni altra spesa sarà a carico degli artisti.

4_ Nel caso di complesse realizzazioni tecniche o architettoniche, di richieste di utilizzo di spazi privati, di eventuali collaborazioni con realtà locali, il progetto dovrà garantire il rispetto di tutte le normative vigenti (in particolare per quanto riguarda gli aspetti tecnici e di sicurezza) in relazione ai contatti sul territorio.

5_La definizione dei dettagli logistici e tecnici delle ospitalità e della nuova produzione avverranno in coordinamento con la direzione artistica, i responsabili tecnici e di produzione di tutte le realtà partner attraverso una serie di conversazioni nel periodo che precede la presentazione del lavoro.

6_ A seconda delle caratteristiche (tipologia, durata, luogo, accessibilità) i progetti potranno essere ripetuti più volte nello stesso giorno e/o in giornate diverse, in accordo con le diverse organizzazioni.

7_ La nuova produzione dovrà sempre indicare la seguente dicitura: Produzione Pergine Festival, in co-produzione con Il Giardino delle Esperidi Festival, In\Visible Cities / Contaminazioni digitali, Zona K e con il supporto di Indisciplinarte e Periferico Festival.

Pergine Festival si riserva di approfondire insieme al candidato eventuali aspetti non esplicitati in sede di presentazione della domanda.

Data la collaborazione tra varie istituzioni, nel caso di richiesta informazioni e/o chiarimenti,  si prega di non telefonare, ma di mandare una mail con tutte le richieste a open@perginefestival.it entro e non oltre il 10 novembre 2019. Dopo questa data non verranno date ulteriori delucidazioni.

PAROLE CHIAVE: urbano | comunità | progetti interdisciplinari | installazioni interattive | performance partecipative | spazio esterno | sfera pubblica | nuove tecnologie | bando internazionale