OPEN CALL PER PERFORMANCE/INSTALLAZIONI MULTIMEDIALI IN RESIDENZA

In\Visible Cities-Contaminazioni Digitali in collaborazione con Pim Off (Milano) e Media Mediterranea (Pola) propone “Richiedo asilo artistico”:
un bando volto a selezionare artisti/compagnie/collettivi che propongono uno spettacolo/performance multimediale o un’installazione multimediale, all’interno del quale promuovere l’interazione tra media e linguaggi differenti (performance, videoproiezioni, fotografie, parole, suoni, testi ecc.) con particolare attenzione alle possibilità espressive offerte dalle nuove tecnologie che si basano sull’informatica, sul web, sulla virtualità, sul rapporto uomo-macchina, sui social media.

Lo spettacolo/installazione dovrà riguardare uno dei seguenti temi:

1) “Identità di confine”. Gli artisti che partecipano alla call sono invitati a riflettere sulle contaminazioni, evoluzioni, mutazioni identitarie nel corso del tempo nelle zone di confine oppure a soffermarsi sui confini tra le diverse definizioni identitarie.

2)“Ecosistemi”. In un mondo sempre più interconnesso, globale e tecnologico, riemergono con forza i richiami a dimensioni locali, tradizionali, sostenibili. Parlare di ecosistemi significa  parlare del rapporto dell’uomo con l’ambiente, ma anche di tecnologie, basti pensare alla proliferazione di ecosistemi virtuali che sempre più si mescolano e confondono con quelli reali.

Gli artisti selezionati potranno essere invitati a partecipare a:

  1. un periodo di residenza di 10-15 giorni per la realizzazione/sviluppo della performance/installazione nell’ambito di In\Visible Cities-Contaminazioni digitali;
  2. due periodi di residenza  da svolgersi nell’ambito di In\Visible Cities-Contaminazioni digitali e a Milano all’interno della programmazione di PimOff:
  3. due periodi di residenza da svolgere nell’ambito di: In\Visible Cities-Contaminazioni digitali e Festival Media Mediterranea di Pola.