FESTIVAL URBANO MULTIMEDIALE

Gorizia e Nova Gorica / 28 agosto – 1 settembre 2024
Gradisca d’Isonzo / 4 – 8 settembre 2023

Gradisca d’Isonzo, Gorizia e Nova Gorica di nuovo al centro di una programmazione attenta alla nuova drammaturgia, alla promozione di un approccio intermediale, alla contaminazione tra diverse forme espressive – dal video al teatro, dalla musica alla danza, dalla fotografia alle nuove tecnologie – per dare vita a “esperienze” coinvolgenti e di grande impatto. 

A fare da filo conduttore, per questa decima edizione del festival, ci sarà il tema dei corpi e delle identità, del maschile e del femminile, tra autopercezione e stereotipi.

Altrettanto sfidante, per un festival che fa dell’ibridismo fra arte e tecnologia il suo punto di forza, la riflessione sulle intelligenze artificiali e sul loro impatto sul fare artistico e sui processi creativi.

PROGRAMMA

Il programma sta per arrivare! StayTuned!

PER PRENOTARE

Inviare un Whatsapp o SMS al numero 328 8535125 indicando Nome, Cognome, Spettacolo, Numero di biglietti.

Tutti gli spettacoli sono a ingresso GRATUITO.

Eventi

L‘IDENTITA’ DEL FESTIVAL

LE CITTÀ VISIBILI

In\Visible Cities è un festival urbano e site specific che si svolge “nelle città visibili” , per lo più a cielo aperto: dalle piazze alle strade pedonali, dai parchi pubblici a quelli privati, dagli edifici dal grande valore storico-artistico alle aree dismesse, con l’obiettivo di valorizzare e far scoprire i territori attraverso esperienze artistiche e performative coinvolgenti.
Spazi che non sono usati solo come palcoscenico, ma valorizzati come ambienti da riattivare, “abitare artisticamente”, da scoprire e da interrogare.

INTERMEDIALITÀ \ RICERCA E INNOVAZIONE

In\Visible Cities è un festival di arti performative dedicato ai linguaggi del “contemporaneo”, al contempo popolare e aperto alla sperimentazione, che propone a Gorizia, a Nova Gorica e a Gradisca d’Isonzo una programmazione attenta alla nuova drammaturgia, alla promozione di un approccio intermediale, alla contaminazione tra diverse forme espressive – dal video al teatro, dalla musica alla
danza, dalla fotografia alle nuove tecnologie – per dare vita a “esperienze” coinvolgenti e di grande impatto.

LE CITTÀ INVISIBILI

Al contempo, il festival lavora “sulle città invisibili” , sul patrimonio storico e culturale immateriale, valorizzando eventi del passato, storie di vita, tradizioni e portando alla
luce ciò che non è immediatamente visibile attraverso differenti linguaggi artistici e tecnologici.

PERCORSI TEMATICI

PER LE NUOVE GENERAZIONI

In\Visible cities dedica una sezione della sua programmazione alle nuove generazioni, invitando il pubblico dei più giovani a fruire di esperienze affascinanti e coinvolgenti, che coniugano il piacere della partecipazione e la curiosità verso nuovi linguaggi con tematiche di grande attualità e format innovativi.

PERFORMANCE ITINERANTI

Fin dalla sua nascita, In\Visible Cities promuove progetti che si realizzino negli spazi urbani e naturali, facendo in modo che strade, piazze, edifici storici, parchi diventino protagonisti di performance in cui il teatro, la danza, la musica consentano di far riemergere le città invisibili, nascoste e stratificate sotto e dentro gli spazi visibili. Esperienze partecipative, passeggiate in cuffia, performance collettive e per singolo spettatore faranno scoprire storie e luoghi, del passato e del presente, emozionando e stimolando la riflessione.

ZERO GRADI DI SEPARAZIONE

Il progetto Zero Gradi di Separazione promuove l’inclusione culturale e facilita la partecipazione agli eventi performativi (teatro, danza, performance) legati al contemporaneo di persone con diverse tipologie di disabilità. Una rassegna speciale, che porta in scena artisti con disabilità e che rende accessibili al pubblico disabile spettacoli teatrali e di danza. Ma anche un’importante occasione di riflessione e sensibilizzazione del pubblico e degli operatori.

ARS. ARTI, RELAZIONI, SCIENZE

Una rassegna, promossa dal Comune di Gradisca d’Isonzo con il contributo della Regione FVG, che promuove la riflessione su temi che la comunità scientifica indica di maggiore impatto sul nostro presente e sul futuro: cambiamento climatico, sostenibilità, transizione ecologica, tutela del territorio, con particolare attenzione al tema dell’acqua, del ciclo idrico, della salute dei fiumi, dei mari e degli oceani.
Ma anche una rassegna che promuove la collaborazione tra artisti e scienziati, creando format ibridi nei linguaggi e nei mezzi espressivi.

Rassegna curata da Quarantasettezeroquattro e Kaleidoscienza

DANZA 

In\Visible cities dedica, come ogni anno, un focus alla danza contemporanea. Spettacoli a teatro e a cielo aperto, sul palco e itineranti, con l’intento di esplorare le potenzialità che l’espressione corporea offre nel raccontare storie e luoghi, memorie e paesaggi. Performance in cui la danza dialoga con le nuove tecnologie, promuove dinamiche interattive e partecipative e si interroga sulle possibilità di inclusione delle persone con disabilità.

Atlante isontino; Oltrepassare; Genoma scenico; Inner; Let me be

PARTNER