In lotta con la realtà S/CONFINAMENTI

In lotta con la realtà S/CONFINAMENTI

DOMENICA 6 SETTEMBRE

/alle 21:00

GRADISCA D’ISONZO

/ Piazza Unità

Ingresso libero

IN LOTTA CON LA REALTÀ S/CONFINAMENTI

Guinea Pigs

S/confinamenti è un evento teatrale che accade per una sola sera. L’installazione Identità in transito diventa lo spazio di azione della compagnia, degli artisti e del pubblico del Festival.

Non è uno spettacolo: è uno spazio per ascoltare e per prendere parola, è uno spazio da abitare, da ballare, da attraversare. Gli ospiti dell’evento troveranno ad attenderli un maestro di cerimonie, Marco De Francesca, che proporrà le regole del gioco e seguirà una scaletta per dare voce e corpo a diversi interventi, alcuni concordati, altri affidati al caso, dalla situazione, dalle persone che abiteranno la piazza e l’installazione.

L’obiettivo dell’evento è quello di creare un dialogo possibile tra le persone presenti live e quelle che hanno transitato e abitato l’installazione nei giorni del Festival lasciando un loro contributo: voci, parole, ricordi, esperienze, domande. Nella scaletta della serata, questi contributi, verranno amplificati, creeranno un tappeto sonoro e musicale, convivranno con le voci live di artisti e pubblico. Tra le voci live ci sarà quella di Martina Drigo, cantante e performer vocale: sarà lei a curare la playlist della serata eseguendo dal vivo rielaborazioni e riarrangiamenti in chiave vocale di brani pop e rock contemporanei, per raccontare, in musica, l’ identità intesa come dialogo con se stessi e con i propri confini interiori.

La forma è quella dell’happening artistico: tutto accade nel qui e ora, non c’è un testo prestabilito, bensì degli appuntamenti, i contenuti non compongono una storia, ma aprono delle possibilità di dialogo, di incontro, forse, di scontro. La serata sarà caratterizzata da un’azione, un movimento del pensiero, ma anche del corpo: sconfinare. Uscire dai confini della propria pelle, prima ancora di quelli del proprio paese; uscire dai limiti del giudizio; uscire dai confini imposti da altri per andare fuorioltre un limite, verso un altrove. Fuori dagli schemi, fuori asse, fuori rotta, e perché no,se serve, anche fuori tema.

L’architettura scenica è realizzata grazie al contributo di Zorzini&Clementei -Engineering e logistica del magazzino. Arredo industriale, ufficio, negozio e comunità- di Udine.

ideazione /Guinea Pigs

performer /Marco De Francesca e Martina Drigo

e con la partecipazione di /Letizia Bravi e di altri artisti e ospiti del Festival

dramaturg /Giulia Tollis

dispositivi sonori e sound design /Gianluca Agostini

architettura scenica /Laboratorio Anelo1997

direzione artistica /Riccardo Mallus

sponsor tecnico /Zorzini & Clementei

Guinea Pigs nasce nel 2014. Il primo spettacolo è Atti di Guerra che debutta nel 2016 al Festival Primavera dei Teatri e ottiene il Premio Giuria Giornalisti @ Giovani Realtà del Teatro, il Premio Miglior Performance Teatrale @ Festival Young Station e arriva in finale al Premio Cassino Off.

Nel 2017, in coproduzione con il Teatro Out Off di Milano e il bando Siae Sillumina 2016, produce lo spettacolo “Casca la terra" dell’autore salentino Fabio Chiriatti e avvia il progetto “In lotta con la realtà", installazione e performance people e site specific, con la collaborazione dello scultore Anelo1997. La prima tappa, “Sovra/Esposizioni", viene presentata all’internodi IT-Independent Theatre Festival, a Milano. La seconda tappa, “Il futuro è una trappola?", viene coprodotta dal Festival Castel dei Mondi con la collaborazione di Equilibrio Dinamico Dance Company.

Nel 2018 la compagnia inizia la collaborazionecon Museocity Milano per il progetto AMUSE, con il sostegno di Fondazione Cariplo ,nel quale progetta e crea interventi di Teatro al Museo, concepiti per valorizzare le collezioni delle sale museali e incentivare la fruizione dell’arte moderna econtemporanea.

Nel 2020 la compagnia realizza #nuovipoveri con il sostegno di ZonaK, di Next 2019/2020 e di Teatro delle Moire.

Laboratorio Anelo1997 è un laboratorio di architettura e scultura romano.

Espone a Roma dal 2014 presso gallerie d’arte, chiese, ex fabbriche, locali e centriculturali: Traffic club, Officine Lanificio Pietralata, Cibo Project, C.S. Brancaleone, Lungo Tevere campo Capoprati, Casa del Jazz, Cappella Orsini, museo geofisico di Rocca di Papa, Nero Gallery, SinesteticaExpo.

Lavora inoltre per teatro con le compagnie nO (dance first. Think Later) e con i Guinea Pigs portando i suoi lavori in tourneè nazionali. Nel 2016 è stato invitato a esporre nella sezione curata della fiera d’arte contemporanea Paratissima di Torino. A Marzo 2017 ha preso parte alla mostra collettiva di design Prossimo Futuro organizzata dall’Arch Luigi Prestinenza Puglisi che si è svolta presso la Casa dell’Architettura di Roma a cura dell’Ordine degli Architettidi Roma e dell’AIAC–Associazione Italiana di Architettura e Critica. Dal 2017 al 2020 realizza, in collaborazione con la compagnia teatrale Guinea Pigs, opere d’arte urbana nell’ambito di Festival d’arte performativa (It Festival di Milano,Festival Internazione Castel del Mondi e Invisible Cities di Gorizia). Tali opere ospitano installazioni interattive e performance