Noi siamo il Tricheco

Noi siamo il Tricheco

SABATO 5 SETTEMBRE

/alle 18:30

GRADISCA D'ISONZO

/ Largo Porta Nuova

Ingresso libero

/ prenotazione consigliata

NOI SIAMO IL TRICHECO...

AREAREA

Noi siamo il Tricheco… è il primo capitolo per una trilogia sulla musica della contestazione, progetto che prevede la creazione di tre lavori coreutici per la Compagnia Arearea. L’intenzione è quella di rivisitare il fenomeno del movimento giovanile che a cavallo tra gli anni ’60 e ’70 ha prodotto cambiamenti radicali nel costume, dalla musica al cinema all’abbigliamento, nei rapporti sociali e interpersonali, in quelli tra padri e figli.

Noi siamo il Tricheco… indaga il fenomeno della psichedelia nella musica rock degli anni ’60 e di come questa abbia influenzato ed accompagnato le esistenze dei giovani dell’epoca. Il titolo trae ispirazione da I am the Walrus, brano scritto da Lennon in un viaggio acido, frutto di un collage di ispirazioni psichedeliche.

Noi siamo il Tricheco, noi siamo i Pinguini Elementari che cantano Hare Krishna.

Quando il Carpentiere si specchia nell’acqua, e vede se stesso ostrica, Alice da consigli surreali al cattivo soggetto seduta nel giardino inglese aspettando che il sole sorga. In realtà lei è un ragazzo e lo si intuisce da come si cala le mutandine (però la BBC dice no).

All’orizzonte si intravede un oggetto volante rosa non identificato ed è solo l’inizio di un viaggio al tredicesimo piano. Segui il bianconiglio, non farti domande, lascia fluire l’unità delle cose, la danza dell’infinito: ciascuno di noi è l’onda, ma anche l’oceano.

Io sono lui come tu sei lui come tu sei me e noi siamo tutti insieme.

E i nostri figli vagheranno nudi attraverso le città dell’universo.

coreografia /Roberto Cocconi

assistenti alla coreografia /Anna Savanelli

danzano /Mattia Cason, Irene Ferrara, Angelica Margherita, Gioia Martinelli, Daniele Palmeri,Marco Pericoli, Nicol Soravito, Carolina Alessandra Valentini

musiche /Beatles, Pink Floyd

costumi /Sara Lamanda

organizzazione /Giulia Birriolo

produzione /Arearea

Le creazioni della compagnia si articolano nella doppia dimensione dello spettacolo teatrale e della performance negli spazi del quotidiano.

La cifra poetica di Arearea risiede nella messa in discussione delle consuete logiche di utilizzo del palcoscenico e della piazza.

La Compagnia è stata fondata nel 1993 ed ha quindi 26 anni continuativi di storia nella produzione creazioni originali di danza contemporanea.

Arearea possiede un nucleo artistico stabile composto da Roberto Cocconi, Marta Bevilacqua, Luca Zampar, Valentina Saggin, Anna Savanelli per la parte artistica, Giulia Birriolo per la parte organizzativa.

Dal 2007 ha una sede di lavoro stabile, LO STUDIO, a Udine, spazio dinamico e multifunzionale, che funge da sala prove per le produzioni, spazio per la formazione. Dallo stesso anno la Compagnia è sovvenzionata dal FUS–MiBACT nella categoria “Organismi di produzione della danza”.