Oro rosso. Fragole, pomodori, molestie e sfruttamento nel Mediterraneo

Domenica 21 ottobre, ore 17.00
Palazzo de Grazia, via Oberdan

Oro rosso. Fragole, pomodori, molestie e sfruttamento nel Mediterraneo

Stefania Prandi

Tavola rotonda


 

Oro Rosso è un racconto scritto e per immagini che si snoda in tre paesi affacciati sul mare Mediterraneo, Italia, Spagna e Marocco, tra i maggiori esportatori di ortaggi e frutta in Europa e nel mondo. Le braccianti che raccolgono le fragole, i frutti rossi e i pomodori che arrivano sulle nostre tavole, non solo sono pagate meno degli uomini e costrette a turni estenuanti, ma vengono molestate sessualmente, ricattate, subiscono violenze verbali, fisiche e stupri. Gli abusi sono sottovalutati. C’è una difficoltà oggettiva a denunciare questi crimini: spesso è impossibile raccogliere prove e testimonianze e quindi c’è scarsa probabilità di ottenere giustizia. Addirittura, si continua a ritenere, in modo più o meno dichiarato, che sia colpa delle donne, perché sarebbero loro a provocare, a starci, ad approfittarsi della situazione.
Il libro Oro Rosso (Settenove), alla sua prima ristampa in pochi mesi (è stato pubblicato ad aprile 2018 ed è stato ristampato ad agosto 2018), e le foto sono il risultato di un una ricerca durata più di due anni, con oltre centotrenta interviste a lavoratrici, sindacalisti e associazioni.

Il progetto è cominciato a marzo 2016. Ha vinto il grant americano The Pollination Project, il grant per la fotografia di Volkart Stiftung foundation, ha ricevuto il sostegno di Business and Professional Women Ticino, è stato realizzato anche con la giornalista Pascale Mueller e l’associazione di giornalismo tedesco Correctiv ed è stato presentato a Bruxelles, al Parlamento Europeo a settembre 2018. Le foto sono arrivate finaliste al LuganoPhotoDays Festival 2016, pubblicate su Open Society Foundations, Vice, BuzzFeed, Azione, Gli Stati Generali, Radiotelevisione Svizzera (RSI) e hanno ricevuto menzioni speciali ai premi Moscow International Photo Awards, International Photography Awards, Neutral Density Awards, Photogrvphy Festival, Tokyo International Photo Awards.

Alla tavola rotonda parteciperà l’autrice, Stefania Pandri, che dialogherà con Patrizia Romito e Chiara Cristini sul tema delle specificità di genere e il mercato del lavoro.


 

Stefania Prandi
Scrittrice, giornalista e fotografa, ha realizzato reportage e inchieste in Italia, Europa, Africa e Sudamerica. Si occupa di questioni di genere, lavoro, diritti umani, società e ambiente con collaborazioni per Azione, Radiotelevisione svizzera, Elle, Il Sole 24 Ore, BuzzFeed, Correctiv, Gli Stati Generali, Vice, El País, Open Society Foundations, Al Jazeera. Nel 2016 e nel 2017 ha ricevuto i riconoscimenti The Pollination Project Grant e Volkart Shiftung Grant. Nel 2018 ha vinto il premio Di Pubblico Dominio.

Patrizia Romito
Docente all’Università di Trieste di Psicologia sociale e di comunità, con due corsi specifici sulla violenza alle donne (Medicina e Servizio sociale). Autrice di numerosi articoli e libri, tra cui:
ROMITO, P., FOLLA, N. & MELATO, M. (eds) (2017) Violenze su donne e minori: una guida per chi lavora sul campo. Nuova edizione, Carocci Editori.
ROMITO, P. (2017) Un silenzio assordante. La violenza occultata su donne e minori. Angeli, Milano.

Chiara Cristini
Ricercatrice dell’IRES FVG, da quasi vent’anni svolge ricerca, consulenza, progettazione, formazione sui temi delle pari opportunità tra uomini e donne e delle differenze di genere nel mercato del lavoro. Ha all’attivo decine di articoli e rapporti di ricerca sul tema, tutti declinati con un’attenzione particolare al Friuli Venezia Giulia. È stata referente per le pari opportunità e politiche di conciliazione dell’Agenzia Regionale del Lavoro del FVG. Dal 2012 è Consigliera di Parità a Pordenone.