Heimat (Home)

Installazione artistica

a cura di Annalisa Metus

dal 17 al 21 maggio – Ore 17.00 – 2400
casa Ungerspach, via Rastello angolo piazza Cavour

HEIMAT, il luogo delle radici.
C’è sempre un ponte (o una curva o un tratto di costa…) che segnala una linea invisibile ma potente.
Cosa ci fa sentire a casa? Un panorama, anche se cambia di poco? Una lingua che mette d’accordo anziani e bambini?

HOME, dove la vita lascia un segno.
Di cosa è fatta la mia casa? Sono gli oggetti della quotidianità che la tengono insieme o i ricordi di famiglia?
Quando si perde una casa, da dove si parte per ricostruirla?

Una serie di 24 teatrini in cartone mette in scena diverse stanze di altrettante abitazioni: la rappresentazione ricorsiva di una serie di luoghi intimi, partendo da uno spazio neutro e vuoto, sottolinea differenze ed elementi comuni.
Siete invitati a curiosare, a entrare nelle case come ospiti e non solo visitatori.


 

Annalisa Metus, paper designer, ha studiato architettura, DAMS e Musica e Nuove Tecnologie.
Concentra la sua attività artistica nell’ambito della cartotecnica, realizzando allestimenti museali e teatrali, sculture di carta pop up e libri d’artista, modelli in scala e supporti per la divulgazione scientifica.
Dal 2016 è curatrice di miniW, sezione per bambini del festival di musica antica Wunderkammer.