Family Affair / Zimmerfrei

Videoinstallazione per due schermi

Palazzo de Grazia, via Oberdan
Venerdì 19 ottobre, ore 19.30 – 22.30
Sabato 20 ottobre, ore 15.00 – 20.00
Domenica 21 ottobre, ore 16.00 – 20.00
Venerdì 26 ottobre, ore 16.00 – 20.00
Sabato 27 ottobre, ore 16.00 – 20.00
Domenica 28 ottobre, ore 16.00 – 20.00


 

Quanti tipi di famiglie esistono?
Quanti tipi di racconti si producono all’interno di una stessa famiglia?
Quale diversa società costruiranno le nuove generazioni?

Family Affair è un’esplorazione antropologica, un archivio vivente che ritrae in modo originale lo “stato dell’arte” della famiglia contemporanea. La ricerca di ZimmerFrei è iniziata nel 2015 e ha attraversato città diverse e distanti tra di loro come Losanna, Cagliari, Budapest, Forlì, Anversa, Varsavia, Milano e Torres Novas in Portogallo, dove il gruppo ha realizzato una serie di performance di teatro documentario con un totale di più di 70 famiglie locali. Ogni persona ritratta racconta un episodio o un aspetto della propria famiglia: famiglie allargate, famiglie informali, famiglie d’elezione, famiglie ricomposte, famiglie mosaico, famiglie temporanee e famiglie intermittenti che sempre più caratterizzano la nostra contemporaneità. Ogni famiglia è un universo particolare ed ognuno di noi può dirsi il massimo esperto della propria esperienza familiare.
L’installazione video è un invito all’ascolto di una miriade di voci, un’infinita serie di microstorie che nutrono la grande narrazione dell’Europa come continente immaginato, dove le somiglianze e le assonanze sono sempre maggiori delle differenze.
Per In\Visible Cities vengono selezionati i ritratti video che toccano il tema dell’intreccio tra famiglia e lavoro da 6 paesi diversi (Italia, Francia, Belgio, Svizzera, Polonia, Ungheria, Portogallo).


 

concept: ZimmerFrei
direction: Anna de Manincor
sound: Massimo Carozzi
production: Open Latitudes network 2015-2016, Sardegna Teatro, Città di Ebla/Ipercorpo 2017
co-production Città di Ebla/Ipercorpo 2017, Teatro delle Moire/Danae Festival, Sardegna Teatro,
Body/Mind Foundation (Varsavia), L’Arsenic, Losanna (Svizzera), Materiais Diversos, Minde (Portogallo)
Sin Arts and Culture, Budapest (Ungheria)
organization: Gaia Raffiotta

ZimmerFrei è un collettivo di artisti fondato a Bologna da Massimo Carozzi, Anna de Manincor e Anna Rispoli nel 2000. La pratica artistica di ZimmerFrei spazia fra videoarte e film documentari, installazioni sonore e ambientali, fotografia, spettacoli, laboratori e progetti di public art.
Mescolando linguaggi formali, ZimmerFrei produce opere sonore e visive caleidoscopiche che indagano ambienti urbani reali e immaginari, esplorando i confini tra spazi pubblici e territorio privato.