Fake news / “Real fake”

REAL FAKE Una performance multimediale partecipativa, Intervista alle artiste

domenica 22 ottobre ore 19 – Sala consiliare del Municipio di Artegna

di Alice Ronco ed Enrico Giuliano

Giovani reporter per Contaminazioni digitali

“Quello che conta è il dialogo, il confronto, il fatto di non farsi dei pregiudizi ma lavorare evidenziando anche il processo di manipolazione delle notizie.“ Queste le parole di Raffaella Menchetti, Clara Cirera e Sara Serrano, le menti del progetto “Real Fake”, “una performance interattiva che parla della manipolazione di informazioni, create dai media, riguardo le migrazioni” così ne parla una delle ideatrici.

“Abbiamo fatto una ricerca basata su tre passaggi: per il primo abbiamo intervistato la gente del luogo in cui lavoriamo; un altro step della ricerca mostra in che modo i giornali locali presentino le notizie diversamente. Il terzo livello è un workshop, un laboratorio, con i ragazzi richiedenti asilo e con gli scout del luogo.

Il pubblico nelle nostre esibizioni è parte integrante dello spettacolo, infatti la manipolazione verrà testata in diretta per creare un’occasione di incontro reale, non mediato da notizie giornalistiche.

Noi non vogliamo giudicare, ma far riflettere, dialogare e far incontrare le persone in modo autentico e questo è il nostro modo di combattere le manipolazioni”.

Lo scopo è quello di divulgare le notizie senza un intermediario per far sì che chiunque possa conoscere ciò che ormai è diventato una realtà.

Il loro modo di far fronte a questo fenomeno, è convincere le persone a ragionare con la propria testa, conoscendo in prima persona i fatti, le storie e le persone. Solo raccogliendo i vari punti di vista e ascoltando, ciascuno nella propria intimità potrà capire le notizie che per Raffaella, Sara e Clara sono qualcosa di reale e non di astratto e lontano.