Apnea

Opera d’arte interattiva
immersiva sui migranti e il mare

concept: Vanessa V
design: Stefano Sburlati e Vanessa Vozzo
sound: Paolo Armao
team: 16 persone
with the support of: Compagnia di San Paolo nell’ambito
del Bando ORA!, Officine Sintetiche, Fondazione 107 , Università
degli Studi di Torino, Politecnico di Torino, Festival
di Andria Castel dei Mondi

ex Ferramenta Krainer, via Rastello
dal 17 al 21 maggio
ore 17.00 – 24.00

Apnea esplora la dimensione emozionale dei migranti
che attraversano il mare. Apnea propone un itinerario
interiore, una mappa di sentimenti e paure cartografata
attraverso le tecnologie immersive interattive e l’esposizione
di oggetti recuperati dai relitti dei naufragi.
L’esperienza esplorativa del visitatore avviene attraverso
tre momenti/ambienti. Si parte da un’esposizione
composta da fotografie, video, testo scritto, reperti.
L’acqua e il mare sono gli elementi centrali dei successivi
due momenti studiati per far vivere al visitatore
un’esperienza individuale: nel primo le azioni del visitatore
modificano l’ambiente audiovisuale interattivo
in tempo reale; nel secondo un video 360 permette
di immergersi nei mari di Lampedusa dove sono stati
realizzati tutti i contenuti dell’opera.


 

Vanessa Vozzo è specializzata in New Media Art. In questo
campo è media artist, curatore, insegna al Politecnico di
Torino e collabora con l’Università di Torino.
Stefano Sburlati ha fondato e gestisce Motion Pixel e si
occupa di produzione e formazione in New Media Art.
Officine Sintetiche si occupa di New Medi Art dal 2007