Maestri della luce. Percorsi di alta formazione tra teatro, arte e nuove tecnologie

FB cover loghi

Il progetto
Il progetto, finanziato dalla Regione Fvg e promosso dal Comune di Gorizia in partnership con l’associazione Quarantasettezeroquattro, i comuni di Artegna e Cormòns e numerose altre realtà del terzo settore, propone diversi percorsi di formazione, rivolti principalmente ai giovani (18-35 anni) nell’ambito dei linguaggi espressivi della contemporaneità.
La prima fase del progetto si rivolge a un pubblico ampio di non specialisti, ed ha l’obiettivo di avvicinare i partecipanti alla storia, ai linguaggi e alle tecniche del teatro contemporaneo e multimediale. Si vuole stimolare la curiosità, favorire l’incontro con artisti, studiosi ed esperti, e sviluppare il dibattito.
La seconda fase del progetto prevede un percorso di alta formazione che punta a coinvolgere alcuni “Maestri della luce” con l’obiettivo di fornire a giovani artisti/professionisti/studenti le competenze necessarie per ideare, progettare, realizzare e far circuitare performance e spettacoli multimediali e interattivi, in cui teatro, arti visive e musica interagiscono con le nuove tecnologie.
Per “Maestri della luce” intendiamo artisti e professionisti che utilizzano e fanno interagire nuove e vecchie tecnologie (videomapping, proiezioni, video, ma anche luci teatrali, ologrammi, app, laser ecc.) per la realizzazione di performance, spettacoli o installazioni multimediali.
La terza fase del progetto prevede un programma di workshop, seminari e masterclass per appassionati, professionisti e artisti che intendono acquisire nuove competenze e confrontarsi con professionisti che operano nel campo dell’arte, del teatro e della danza multimediale.

Target di riferimento:
Giovani tra i 18 e i 35 anni interessati a crearsi una professionalità in ambito artistico-multimediale e/o a rafforzare le proprie competenze in specifici settori.
Giovani 14-18 anni, coinvolti nel progetto Let’sGo School.

Attività previste:

1) Ciclo di incontri volti a favorire la conoscenza della storia, delle teorie, delle esperienze sviluppatesi in Italia e in Europa nel settore dello spettacolo dal vivo che promuove l’interazione tra teatro, danza, arti visive, linguaggi multimediali e nuove tecnologie.
Gli incontri saranno divulgativi e alterneranno momenti di workshop e di approfondimento con presentazione di progetti e spettacoli innovativi.

Periodo: Giugno – Luglio 2019
Target: Studenti scuole superiori, studenti universitari, giovani professionisti, pubblico generico

4 giugno / Gorizia, Punto Giovani / ore 17.00 – 19.00
Roberto Canziani, critico teatrale
La Frontiera e la Maniera. Playlist e appunti sui rapporti tra scena e tecnologia

11 luglio / Gorizia, Palazzo de Grazia / ore 17.00 – 19.00

Sergio Lo Gatto, Critico teatrale
Teatro e comunità
Esperienze performative a dialogo con la comunità, tra reale e virtuale

Cormons / Museo civico del Territorio
7-8 giugno
Gorizia – Punto giovani
12-13 luglio
Compagnia Dynamis – Roma
ABC – Abbecedario del teatro quotidiano
Workshop partecipativo

2) Open call rivolta ad giovani artisti e compagnie che intendono proporre un progetto artistico-multimediale da sviluppare nella formula della residenza artistica e inserendolo all’interno di un percorso di alta formazione e tutoring.
I progetti avranno come tema la valorizzazione della storia e dei luoghi simboli del Goriziano, col fine di coniugare l’espressione artistica alla promozione del territorio.

Nel corso della prima fase della residenza (1-6 luglio 2019) gli artisti selezionati avranno modo di seguire un percorso di alta formazione con due professionisti del settore artistico e tecnologico, Giuliano Scarpinato e Alberto Novello, che approfondiranno i seguenti temi:
– drammaturgia contemporanea e utilizzo delle nuove tecnologie nella narrazione teatrale e nelle installazioni multimediali;
– sistemi interattivi applicati al teatro e alle installazioni multimediali;
– musica, suoni, parole: l’uso del sonoro nel teatro contemporaneo e nelle installazioni multimediali.
Durante questa fase gli artisti in residenza inizieranno a sviluppare la propria idea e avranno modo di confrontarsi con i “Maestri della luce” negli specifici ambiti di competenza, sviluppando soluzioni adeguate alla realizzazione del proprio progetto.
I workshop potranno essere frequentati, oltre che dagli artisti selezionati per la residenza, anche da un gruppo di uditori.

Nel corso della seconda parte della residenza (7-13 luglio) gli artisti selezionati dovranno finalizzare il proprio progetto sotto la guida di un tutor professionista (custode della residenza) e presentare il risultato, nella forma della prova aperta, nel corso di “Contaminazioni digitali” o “In\Visible Cities”.
A ogni team sarà assegnato un budget e dei vincoli produttivi legati al contesto. Il tutor seguirà le compagnia sia nella fase di elaborazione artistica sia negli aspetti organizzativi/produttivi.

I progetti potranno essere ulteriormente sviluppati nel corso di successive residenze artistiche all’interno dei Festival partener del progetto.
– Pim Off – Milano
– Media Mediterranea – Pola

Periodo: Lancio della call: inizio aprile 2019; Residenze: luglio 2019
Target: Studenti universitari, giovani professionisti, artisti e compagnie emergenti o mid-carreer.

3) Ciclo di workshop professionalizzanti rivolti a tutte le persone interessate, volti all’acquisizione di competenze tecniche ed espressive da spendere nel proprio lavoro:
a) VR applicato a progetti artistici e fotografici;
b) tecniche di interazione tra danza/performance e sistemi interattivi;
c) videomapping architetturale e teatrale.

Periodo: Luglio 2019 nel corso del Festival In\Visible Cities
Target: Studenti universitari, giovani professionisti, artisti emergenti, appassionati.

Partner

− Comune di Gorizia – Capofila
− Comune di Cormons e Comune di Artegna, co-organizzano il Festival Urbano Multimediale “Contaminazioni digitali”.
− Associazione Quarantasettezeroquattro (Gorizia)
− CSS Teatro stabile di innovazione del FVG (Udine)
− Artisti Associati (Gorizia)
− Pergine Festival / Spettacolo aperto (Pergine Valsugana)
− Pim Spazio Scenico Off (Milano)
− La Fabbrica dell’attore onlus, dal 1990 gestisce il Teatro Vascello di Roma.
− Compagnia Dynamis (Roma)
− Young For Fun. Promuove sul territorio Gorizia progetti specificamente rivolti ai giovani nell’ambito delle produzioni audiovisive e multimediali.
− Kulturno Izobrasevalno Drustvo Pina: è un’associazione culturale di rilevanza nazionale che si occupa di promozione di iniziative di cooperazione internazionale con particolare attenzione all’ambito educativo. Opera nell’ambito del Life-long learning e promuove metodologie educative non formali. (Koper)
− Drustvo Humanistov Goriske: Associazione culturale che opera in Slovenia nell’ambito della promozione di progetti culturali e artistici. Gestisce un centro di aggregazione negli spazi della ex dogana sul confine tra Gorizia e Nova Gorica.
− Udruga Metamedij: Associazione culturale di Pola fondata nel 2001 lavora nell’ambito dell’arte multimediale e digitale proponendo produzioni, iniziative formative e festival. Organizza il Festival Media Mediterranea.

.

MDL loghi