RESHAPE THE PLACE

VIA RASTELLO
dal 25 al 29 maggio 2016


 

Concept and Production Martina Zena
Tecnologia Bare Conductive

Reshape the Place è un’installazione interattiva che vuole muoversi tra gli spazi visibili della città per raggiungere la dimensione invisibile in cui immaginazione e memoria giocano un ruolo fondamentale. Il progetto parte da un vivere in loco gli spazi, attivando e connettendo tra loro la dimensioni visiva, tattile, sonora e cinematica.
Ad un primo momento di ricerca e di esperire vergine degli spazi e delle informazioni sonore, segue una rielaborazione di questi dati. Lo spazio fisico viene sintetizzato e reinterpretato in una mappa tattile. La mappa riporta sulla sua superficie alcune informazioni stampate attraverso la serigrafia con l’inchiostro conduttivo. Questa stampa racchiude al suo interno i dati sonori. Toccando la superficie di queste linee si attiva il suono specifico di quella determinata area.
Mano e orecchio aprono nuove vie alla ampliandone e approfondendone la conoscenza. L’opera diventa un ponte tra la figura baudeleriana del flaneur e l’esperienza cinematica, pronto ad instaurarsi nell’approccio percettivo.
Quando si tornerà sul luogo fisico, nella città visibile, il ricordo della città invisibile rimarrà forte e presente.


 

Nata a Bentivoglio nel 1989, laureata in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna e Master in Grafica d’Arte. Dal Marzo dello scorso anno in residenza a Fabrica, il centro di ricerca della comunicazione del gruppo Benetton, dipartimento editoriale.
Tra i progetti già realizzati per Fabrica Human Being / Being Human una performance che mette insieme il campo della grafica, musica, interaction design e video presentata a Print Club Torino e Fruit, Bologna.