PER SOPRAVVIVENZA/L’ESPERIENZA COLLETTIVA DI AUTOGESTIONE NEL FRIULI DEL DOPO-SISMA

VIA RASTELLO
29 maggio ore 18.00


 

 

Igor Londero, ricercatore, autore del libro “Pa sopravivence, no pa l’anarchie – forme di autogestione nel Friuli terremotato: l’esperienza della tendopoli di Godo (Gemona del Friuli)”
Associazione Hommelette e Margherita Pevere, autori dell’installazione “OGGETTI SMARRENTI iconici e labili”

I quattro mesi intercorsi tra i sismi del maggio e settembre del 1976, furono caratterizzati dalla più importante esperienza collettiva vissuta dalle genti del Friuli. La necessità di far fronte a esigenze di sopravvivenza portarono le comunità createsi nelle tendopoli della zona terremotata, a dar vita a forme di autogestione alternative all’ordine costituito, spesso in conflitto con esso. Igor Londero, comincia con lo studiare l’esperienza particolare di una tendopoli di Gemona, quella di Godo, e raccogliendo le testimonianze dei protagonisti analizza il fenomeno dell’autogestione in tutta l’area terremotata. L’incontro con l’autore sarà un momento per approfondire le dinamiche di questa esperienza ed entrare in contatto con il metodo di lavoro della storia orale.


 

Igor Londero nasce a Gemona del Friuli un anno e un giorno prima del terremoto. Nel 2005 si laurea in storia a Trieste con una tesi sul movimento delle tendopoli nel Friuli terremotato. Nel maggio del 2008 pubblica Pa sopravivence, no pa l’anarchie – forme di autogestione nel Friuli terremotato, e di seguito partecipa ad altre pubblicazioni sul tema. Esercita da ricercatore e saggista indipendente.