INTERFACE FRACTURES III/SILICON

CORTILE FERRAMENTA KRAINER
25 maggio 2016 ore 23


 

 

Sound, video, programming Luka Prinčič
Direttore esecutivo Nina Janež / EMANAT
Supporto prodotto da Emanat, co-produttore/partners Slovenska kinoteka, PiNA,
co-finanziato da Mestna občina Ljubljana, Ministrstvo za kulturo RS, JSKD

La serie di esplorazioni audiovisive di Luka Prinčič dal titolo “Interface
Fractures” esplora e riflette sull’inafferrabilità dell’interfaccia come relatione tra attori connessi in rete, e nel frattempo traccia immagini poetiche composte da suoni e luci dell’era cibernetica contemporanea. L’interfaccia non è una superfice solid ache separa cultura e natura, ma una membrane fratturata intessuta di circuiti. “Silicone” (il titolo della terza edizione della serie) è una metamorfosi della cibercultura della contemporaneità e, insimbiosi con il carbone, la base della biopolitica del tecnocapitalismo.
Immersi fisicamente in una composizione audiovisiva con suoni amplificati nel buio della sala, la performance culmina in una sintesi dei media, in una sincronizzazione sinestetica di luci e circuiti sonori che pulsano fuori dalla superficie dello schermo.


 

Interface Fractures III: SILICON deriva dai precedenti lavori di Prinčič in campo audiovisivo: Interface Fractures I (2013) & II (METAL,2014) (Slovenska kinoteka, Ljubljana/SI), Sublimation Revision – with Maja Delak (Linux Audio Conference, Maynooth/IRL; Piksel, Bergen/NOR; LiWoLi, Linz/AT), Schizogram and Feedforward Cinema – with Luka Dekleva (Ars Electronica, Linz/AT; Netmage, Bologna/IT; EMAF, Osnabrueck/D),Retrospections: Maya Deren (Ljubljana/SI, Dresden/D, Beograd/SRB).

Video