Hi-Books / La realtà aumentata applicata ai libri

26-28 maggio 2016 ore 15-20

a cura di Martin Romeo

È possibile coniugare l’oggetto “libro” con le più avanzate tecnologie interattive e multimediali?

OBIETTIVI

Il workshop fornisce i mezzi e le conoscenze per creare un proprio “libretto” interattivo. L’utilizzo delle nuove tecnologie permetterà di animare e rendere sensibile il testo e le immagini che formeranno le diverse pagine. In primo luogo attraverso l’apprendimento del software Vvvv e dispositivi di lettura diretta (webcam/Kinect). All’interno del corso verranno formati dei gruppi rivolti all’ideazione e alla costruzione del prodotto, il quale sarà sviluppato e personalizzato in base alle proprie aree di interesse. Tali contenuti saranno, successivamente, implementati attraverso l’utilizzo: della Realtà Aumentata, con la quale è possibile ottenere sorprendenti risultati simili al pop-up editoriale ma in versione digitale; il Fiducial Tracking, capace di essere utilizzato come segnalibro con lo scopo di scoprire ulteriore informazioni visive; infine il Color Tracking che riesce a modificare l’atmosfera delle pagine attraverso la lettura del testo.
Inoltre il workshop mira a rendere i libri interattivi tramite l’ausilio di una webcam e mediante un mini-proiettore, in modo da animare le suddette pagine e combinarne i contenuti.

Il workshop offre la possibilità di sperimentare, giocare e conoscere le nuove tecnologie in funzione della realizzazione di un manufatto di impronta editoriale. È un’occasione per riflettere sull’oggetto “libro” con chiave innovativa, con l’obbiettivo di combinare diversi mezzi espressivi.

MARTIN ROMEO

Martìn Romeo

è un’artista multimediale italiano, cresciuto in Argentina, la cui ricerca è rivolta all’arte interattiva.

Laureato al Master in Produzione e Progettazione delle Arti Visive all’Università IUAV di Venezia, è stato assistente dell’artista Klaus Obermaier e ha collaborato tra gli altri con Olafur Eliasson, Fabrizio Plessi, Orlan nella realizzazione dei loro progetti.

Partecipa a numerosi festival internazionali, tra cui File – Electronic Language International Festival in Brasile e all’International Sarajevo Winter Festival in Bosnia-Erzegovina.

I suoi lavori sono stati esposti al Minsheng Art Museum in Cina, all’IMRC Center in US, e a varie biennali tra cui la 54° Esposizione Internazionale d’Arte di Venezia e la 15° BJCEM in Grecia. Ha creato diversi progetti culturali ed è direttore artistico del Toolkit Festival di Venezia e Screening Festival di Trieste.

Insegna e realizza workshop, principalmente sul software VVVV e Kinect, sulla ricerca sperimentale di nuove forme artistiche connesse alla tecnologia interattiva in diversi contesti educativi, formativi e culturali

È appena tornato da un progetto di residenza artistica con Swatch a Shanghai in cui ha realizzato la performance di danza interattiva “Sound production sound”.

Vive e lavora tra Shanghai e Venezia.

INFO

Video https://www.youtube.com/watch?v=g_dXLtI1vC8

NUMERO PARTECIPANTI

10 min – 15 max

LOCATION

Polo Universitario di Santa Chiara, via Santa Chiara, Gorizia

GIORNI

26-28 maggio 2016

COSTO

quota intera 100 € / quota studenti 80 euro

MODALITA’ D’ISCRIZIONE

Le iscrizioni al workshop sono state prorogate al 16 maggio 2016.

Per iscriversi è necessario effettuare un bonifico bancario versando l’intera quota del workshop. Successivamente inviare una mail a segreteria@quarantasettezeroquattro.it indicando: nome, cognome, titolo del workshop allegando copia del bonifico bancario.

ASSOCIAZIONE QUARANTASETTEZEROQUATTRO

Unicredit Banca, Agenzia Gorizia Corso Italia

IBAN: IT 86 V 02008 12400 000101174360

OGGETTO: Quota workshop Invisible Cities

Video